Il concorso fotografico, alla terza edizione, aperto a fotografi professionisti e non, è promosso dall'Associazione Culturale di volontariato O Leûdo di Sestri Levante in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale e culturale Carpe Diem di Sestri Levante, con il patrocinio del Comune di Sestri Levante ed il riconoscimento della Fiaf ( federazione italiana associazioni fotografiche).

Il mare dentro

L’incontro con l’Oceano Pacifico, tra il frastuono delle onde dei surfisti e la sua atmosfera distesa, dove non esistono orologi ma solo antidoti allo stress.

Un incontro che accende emozioni, le cui vibrazioni entrano in risonanza con il cuore e la mente di chi questo Mare lo vive anche solo per una breve vacanza.

Fotografie realizzate durante un viaggio in Costa Rica nel 2014.

Con questa selezione, a Gennaio 2018 è stata allestita una mostra fotografica, a cura dell'Associazione Carpe Diem, a Sestri Levante nella sala espositiva di Palazzo Fascie.

Il mare dentro

Testo di presentazione della mostra fotografica, di Isabella Tholozan

“Il Mare Dentro” di Barbara Armani

Per i fotografi la fascinazione dei luoghi esotici è sempre molto rischiosa.
Così come per il nostro “pittoresco”, rimanere ammaliati dalle differenze antropologiche di paesi lontani dalla nostra cultura, stimola a una spasmodica ricerca dell’immagine formale e feticista, spesso ridondante di colori e di luce, dove la velocità dello sguardo è paragonabile alla rapidità con cui questi paesi sono raggiunti da orde di turisti bulimici di souvenir fotografici.

“Il Mare Dentro”, di Barbara Armani, ci mostra un altro modo di fare reportage turistico; più intelligente, attento al sentire dei luoghi, alla ricerca, attraverso la realtà delle immagini, di concatenamenti di sensi, persuadendoci così a muovere il pensiero verso sfere sensoriali diverse.

Un Costa Rica, quello fotografato da Barbara Armani, rappresentato attraverso un orizzonte che è principalmente mentale, dove il colore si disfa in innumerevoli sfumature, all’interno delle quali la vita si muove, nelle proprie organiche differenze.

Un modo, quello dell’autrice, di utilizzare la fotografia in forma quasi letterale, dove all’uso delle parole si sostituiscono immagini sinestetiche che, come amava dire Italo Calvino, “rappresentano figure di cose che significano altre cose, altre chimere, realtà illusioni”.

E’ così che Barbara Armani ha deciso di mostrare se stessa.

Isabella Tholozan

i soci
scopri i soci e le loro gallery
Iscriviti alla nostra newsletter
© 2011 - Associazione di promozione Sociale e Culturale Carpe Diem Sestri levante - C.F. 90057010101
Seguici su Facebook